Facebook  Youtube 

Un Paese a Sei Corde

c/o La Finestra sul Lago Associazione Culturale

lafinestrasullago(at)libero.it

Tel. +39 0322 96333


RECENSTORIA 24 OTTOBRE

07/11/2020

Torino Jazz Festival Piemonte

ALDO MELLA TRIO
Torino Jazz Festival Piemonte
Verbania - 24 ottobre 2020

In questo anno che ha scompaginato ogni nostra certezza, il meno che potesse capitare è che quello che sarebbe dovuto essere il primo concerto de UN PAESE A SEI CORDE Master finisse col diventarne l’ultimo. E così, in una bella serata di fine ottobre, nella splendida chiesa di Madonna di Campagna a Verbania, abbiamo assistito alla serata conclusiva del nostro festival in compagnia dell’Aldo Mella Trio, con Aldo Mella al contrabbasso, Pietro Ballestrero alla chitarra e Roberto Bongianino alla fisarmonica. Un concerto cominciato con Troppo Amore, un brano delizioso che ha riscaldato quel filo di tristezza che la conclusione di uno splendido periodo di appuntamenti musicali di altissimo livello porta inevitabilmente con sé. Aldo Mella ci ha accompagnato, coi suoi piccoli racconti, in un percorso tra le note di Anima Lunga, un progetto a sua immagine e somiglianza suonato negli anni con varie formazioni e confluito nel gruppo di questa sera. Strumenti diversi che hanno fatto compagnia al suo contrabbasso, come la chitarra di Pietro Ballestrero che ci ha regalato il suo Hopeful Triads, frizzante e leggero, e come la fisarmonica di Bongianino, sempre meravigliosa. Il pubblico rarefatto, sparpagliato a debita distanza dalle disposizioni anti-covid, applaudiva con tutto il calore possibile la vivace allegria di Testa di Ruggine, innamorandosi subito dopo della delicata malinconia sudamericana di un pezzo figlio del lockdown. E tra tanti pezzi originali, non poteva mancare un omaggio al genio di Jaco Pastorius, con Three Views of a Secret, e la splendida fisarmonica di Bongianino. Ma anche ad Egberto Gismonti, con il frizzante Loro, per portare un po’ di sole in questa serata d’autunno. E poi di nuovo i bellissimi brani dei nostri musicisti, fino a Cerchio, di Ballestrero, brano pieno di speranza, perfetto per concludere questo concerto con un pizzico di leggerezza. Grandi applausi hanno richiesto l’irrinunciabile bis, che Aldo Mella ha voluto affidare al pezzo che ha dato vita e titolo al suo bellissimo progetto: Anima Lunga. E con questo ci hanno salutato, lasciandoci col ricordo di un concerto elegante e a tratti austero, nello splendore della grande musica d’autore, con quell’allegria malinconica che rimpiange l’estate ormai lontana.
UN PAESE A SEI CORDE Master è arrivato al termine della sua edizione 2020. Una stagione che nonostante tutto è riuscita a regalare al suo pubblico una rassegna ricca senza mai rinunciare alla massima sicurezza. Forse è stato un po’ complicato, ma è stato bellissimo. Domani comincerà il coprifuoco, arriverà un nuovo lockdown, ma nei nostri cuori avremo il ricordo di questa estate di musica bellissima a tenerci compagnia. Nella fremente attesa dell’edizione 2021.

Patrizia & Mauro Gattoni

 





Un Paese a Sei Corde
P. Iva 01846330031