Facebook  Youtube 

Un Paese a Sei Corde

c/o La Finestra sul Lago Associazione Culturale

lafinestrasullago(at)libero.it

Tel. +39 0322 96333


Claudio Bellato trio

08/08/2019

con Rodolfo Cervetto - Federico Fugassa - feat. Mario Arcari

CLAUDIO BELLATO TRIO
Claudio Bellato - Rodolfo Cervetto - Federico Fugassa - feat. Mario Arcari
Stresa - 8 agosto 2019

Metti una bella sera d’estate sul lungolago di Stresa, così elegantemente distesa sulla riva del lago Maggiore, così affollata di turisti arrivati da ogni parte del mondo. Metti che finalmente il nostro festival possa riemergere dalle retrovie di un cortile nascosto a prova di terrorista e tornare a far risuonare le sue note in riva al lago, nel parco della scenografica Villa Ducale. Bisogna festeggiare, ma con la raffinatezza discreta che il luogo pretende. Chi poteva essere più adatto di Claudio Bellato e il suo trio con Rodolfo Cervetto e Federico Fugassa, a cui si è unita per l’occasione l’oboe di Mario Arcari? Eccoli lì, ai piedi della scalinata della Villa, circondati da un pubblico attento che ha subito riempito tutti i posti a sedere. Nell’aria si sono presto diffuse le note di un bel pezzo jazz, morbido e delicato che ha richiamato altra gente, attratta dallo spettacolo e incantata poi dalla musica. Il ritmo solare e festoso di A la Reunion ci ha traghettati verso Anthem, degli Oregon, per un po’ di world music che ha visto Bellato passare dall’acustica alla chitarra elettrica nel divertimento generale. Bravo Rodolfo Cervetto con la sua batteria discreta e pieno e presente il basso a cinque corde di Federico Fugassa, ma meglio non farsi ingannare dall’aria tranquilla da ragioniere di Mario Arcari. Ben presto, brano dopo brano, la sua maestria con l’oboe si è fatta sentire, conquistando gli applausi entusiasti di tutti i presenti. E poi ancora jazz e altri brani originali di Bellato, in una girandola di musica piacevolmente variegata. Arie spagnoleggianti e ritmi funky che vedevano Claudio alternare chitarra acustica ed elettrica in un gioco continuo di suoni con Mario Arcari. Grandi gli applausi per Dirty, di Bellato, ma anche per la magica Nature Boy di Nat King Cole. Tra gli applausi e la bella musica, la serata volgeva al termine, ma non senza chiedere ancora un bis. Per restare ancora un po’ a godere di queste melodie. Per non tornare al solito piano bar del Grand Hotel lì a fianco. E il nostro trio che è diventato un quartetto, non ha perso l’occasione per scatenarsi con la sempre bellissima Manhã de Carnaval, in un ritmo brioso e vacanziero. Per ricordare con allegria questa bella serata in riva al lago Maggiore.

Patrizia & Mauro Gattoni

 





Un Paese a Sei Corde
P. Iva 01846330031